cookieassistant.com
Administrator

Administrator

Condivido la mia prossima iniziativa che sará sabato prossimo 13 ottobre. Ripeterò l'escursione notturna nei boschi intorno la Basilica di Superga. Questa volta sará interamente in LINGUA SPAGNOLA. Escursione aperta ovviamente a turisti stranieri.
Grazie per l'attenzione. Resto a disposizione per ulteriori dettagli o chiarimenti in merito.
Cordiali saluti,
Andrea Sinesi
Guida Ambientale Escursionistica
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
+39 340 4933728

Si tratta di una semplice passeggiata crepuscolare/notturna nei boschi intorno la Sacra di San Michele.

Ringraziamenti del Comitato Colle del Lys per la nostra partecipazione all'evento.

 

PROPOSTE ESCURSIONISTICHE IN PIEMONTE

1. ALLA RICERCA DEL MEDIOEVO TRA BOSCHI E RADURE NELLA BASSA VAL CERONDA

Escursione su strade campestri e comodi sentieri, alla ricerca di resti di antichi borghi, rocche e castelli nei Comuni di La Cassa e Varisella.

2. L’AMBIENTE LACUSTRE

Escursione ad anello lungo il perimetro dei Laghi di Avigliana.

3. SULLE TRACCE DEI PELLEGRINI

La Sacra di San Michele: salita da Sant’Ambrogio e discesa a Chiusa di San Michele con visita alla cava di pietra di D’Andrade.

4. LA MONTAGNA DIMENTICATA

Escursione nelle Valli di Lanzo (Comune di Traves), con percorso ad anello, in ambiente di media montagna, lungo antichi sentieri, fucine per la produzione di chiodi, insediamenti stagionali, fontane e canalizzazioni, tracce di religiosità popolare e leggende.

5. TRA BOSCHI E PRATERIE ALPINE

Sentiero natura di Ala di Stura (Valli di Lanzo): escursione (lunghezza e difficoltà possono essere variate) su pista forestale attraverso boschi di faggi e pascoli lungo il corso della Stura.

6. ALLA RICERCA DELLE “ACQUE FERRUGINOSE”

Percorso di montagna, su ampia mulattiera, in Val Thuras (Comune di Cesana Torinese) da Busson a Ruilles (piccola borgata alpina con caratteristiche baite in legno e pietra) il cui nome sembra derivi dal termine "ruggine" dovuto alla presenza di alcune caratteristiche sorgenti di acqua ferruginosa.

7. IL CULTO DELLA MADONNA NERA

Lungo il Sentiero Natura della Val Grande di Lanzo: da Pialpetta a Forno Alpi Graie, come i pellegrini di un tempo.

8. LE TERRE BALLERINE

Percorso ad anello, dal Lago Sirio di Ivrea al Lago Pistono, attraverso sentieri campestri, boschi, zone umide e torbiere.

9. NEL CUORE DEL BOSCO

Nel Parco del Gran Bosco di Salbeltrand: da Sauze d’Oulx alla Borgata Monfol, quindi alle assolate baite del Seu, lungo la “Strada boschiva del Seu costruita dall'Isp. For. Dott. Vitale nell'anno 1926.

10. A CACCIA DI CURIOSITA’

Da Caselette, lungo la pista tagliafuoco del Musinè, alla ricerca di aspetti geologici, massi incisi, curiosità e arcane credenze.

11. CAPRIE GIRO DELLA SEJA

Da Novaretto si sale a Torre del Colle, proseguendo a sinistra si arriva all’osservatorio utilizzato per le grandi manovre durante il conflitto del 1939. Si prosegue fino alla sommità della collina dove e situata un’ altare con una croce e un palo indicatore, (struttura di particolare interesse che guardando verso dei tubi identifica la punta esatta di una montagna)

12. CAPRIE FRAZIONE CELLE

Giro alla scoperte delle sorgenti che alimentano l’acquedotto e i ruscelli.

13. CAPRIE LE CHIUSE LONGOBARDE

Alla riscoperta delle Chiuse Longobarde , il castello del Conte Verde, il masso erratico e i ricordi dell’era glaciale.

PROPOSTE ESCURSIONISTICHE IN VALLE D’AOSTA

14. IL CUORE BLU DELLA VAL D’AYAS

Da Saint-Jaques (ultimo paese della Val D’Ayas), attraverso boschi di larici e ampi pianori alpini, al Lago Blu, incastronato nella morena frontale del ghiacciaio di Verra

15. UN BALCONE SUL CERVINO

Da La Magdeleine a Chamois (borgata alpina non raggiungibile in auto): percorso su pista forestale di montagna, immersa nel bosco, con belle vedute sul Cervino e visita al paese di Chamois,. (possibilità di rientro in funivia).

16. AI PIEDI DEL MONTE BIANCO

Da Courmayeur in Val Veny, quindi, lungo una carrareccia tra boschi di montagna ed imponenti morene glaciali, alla Piana del Combal, al Lago del Miage ed al Rifugio Elisabetta per ammirare: i colori della Dora di Val Veny, l’Aiguille Noire de Peuterey, Les Dames Anglaises e le Pyramides Calcaires nel Massiccio del Bianco.

17. IL “RU COURTOD”

La “collina” soleggiata della valle principale, da Saint-Vincent ad Emarèse, aveva tutto per accogliere e nutrire una popolazione in costante espansione, agli albori del XV secolo. Tutto, salvo una cosa essenziale: l’acqua. Il ghiacciaio più vicino cui attingere era quello del Ventina che scende dal Monte Rosa, 25 km più lontano! Fu dunque realizzato un canale irriguo di 25 km costruito con pala e picco dagli “uomini liberi” della collina di Saint-Vincent nel territorio di Ayas e Brusson.”.

Dal Col di Joux, (tra i Comuni di Saint-Vincent e di Brusson) lungo una pista, caratterizzata dalla presenza di 14 gallerie, che, seguendo l’antico “ru” (oggi intubato) corre in un bosco misto di conifere dove, a tratti, si aprono squarci che rivelano, nel fondovalle, i numerosi villaggi di Brusson e, sullo sfondo, il massiccio delle Tre Dame di Challant.

Liberi Camminatori-Buttigliera Alta

C.F. 95633670013-Sede Legale: Piazza della Fiera 1, Almese

Affiliato Federazione Italiana Escursionismo

Coordinatore: Poncini PierLuigi (cell. 3382876611)

Referenti: Bertaina Giovanni (cell. 3492408379)-Businaro Franco (cell. 3404619927)

Colet Riccardo (cell. 3472837879)-Fichera Salvatore (cell. 3396403450)

Giardino Nella (cell. 3334771974)-Rapelli Giovanni (cell. 3468271791)

PROGRAMMA ESCURSIONI da GIUGNO a DICEMBRE 2018

Escursioni giornata intera con partenza da Piazza Jougne

Data

Part

Percorso

Ore

salita

Disl.

metri

Difficoltà

O7/06

8,oo

Certosa di Monte Benedetto (Spaghettata)

a/r. 4,oo

E

14/06

6,oo

7,oo

Lago di Cingino-Lago di Camposecco da Lago di Campliccioli 1352-2325

Eventualmente Colletto delle Faure da Villanuva Pellice 1290-2109

a/r. 7,00

a/r. 6,oo

973

819

EE

EE

21/06

7,30

Testa di Garitta Nuova-Colletto di Cervetto da Bg. Ruà (Sampeyre) 1535-2379

a/r. 6,oo

844

E

28/06

29/06

6,oo

1 gg. Sentiero degli Alpini-M. Toraggio da Rif. Allavena 1545-1973

2 gg. Cima de Marte da Rif. Allavena 1545-2138

a/r. 5,oo

a/r. 4,30

500

593

E

E

05/07

6,30

Pont de l’Oliette-Plan des Aux-Bonneval 2476-2695-1790

a/r.6,oo

+370

-905

E/EE

12/07

6,30

Rif. Alpetto da Meire Dacant (Oncino) Valle Po 1545-2268

a/r. 4,30

723

E

19/07

6,30

Lago Vasoero-Biv Molino da Molette Val D’Ala 1347-2237-2280

a/r. 6,30

933

E

26/07

6,oo

Giro della Testa di Entrelor da Rhemes Notre Dame 1723-2580

a/r. 5,30

857

E @

02/08

03/08

6,oo

1 gg. Pizzo d’Ormea partenza da Quarzina 1400-2476

2 gg. Monte Mongioie da Rif. Mongioie 1550-2530

a/r. 6,oo

a/r. 6,oo

1076

980

EE

EE

09/08

6,30

Passo del Rothorn da Staffal (Gressoney) 1870-2687

a/r. 5,30

817

E @

16/08

17/08

6,oo

1 gg. Colle Oserot da Bersezio 1624-2640

2 gg. Aiguille de la Tortisse da Bg. Ferriere (Rif. Becchi Rossi) 1888-2872

a/r.6,30

5,30

1016

784

EE

E

23/08

6,30

Rif. Vallanta con parziale salita in seggiovia 2300-2445 eventualmente per chi vuole Passo Vallanta 2811 + 370 m. di dislivello

a/r.6,oo

+ 400

-1000

E/EE

@

30/08

6,oo

Col de la Masse da Ref. Orgere (Modane) 1889-2922

a/r. 6,oo

1033

EE

06/09

6,30

Pan de Sucre dal Colle dell’Agnello 2750-3210

a/r.4,30

460

E @

13/09

7,30

Lago Aframont da Balme Val d’Ala 1400-2000

a/r. 4,30

600

E

20/09

6,30

Chemin de Chevaux-Col du Bastillon-Lac de Fenetre-Fenetre de Ferret dall’Ospizio del G. San Bernardo 2247-2757-2495-2698

a/r. 5,30

750

E

@

27/09

7,30

Festa di Angiolina Fiora a Margone Rif. Tazzetti (Valle di Viù) 1808-2642

a/r. 5,oo

837

E @

04/10

7,oo

Grand Area da Nevache (Val Clarè) 1596-2865

a/r. 6,30

1269

EE

11/10

8,oo

Camminata nelle vigne di Montà d’Alba con pranzo (Seguiranno informazioni più dettagliate)

a/r. 4,oo

400

E/T

@ *

18/10

7,oo

Colle Manzol da Rif. Barbara Lowrie Val Pellice 1753-2663

a/r. 5,30

910

E

25/10

7,30

Rif. Valasco da Terme di Valdieri 1368-1764

Event. Rif. Questa m. 2388 + 624 di dislivello

a/r. 3,30

+3,oo

396

1020

E @

EE

08/11

8,oo

Cima Ciantiplagna da Colle delle Finestre 2176-2849

a/r. 4,30

673

E

15/11

8,oo

Sentiero G.P. Motti da Alboni (Val Grande) 1359-1976

a/r. 4,30

615

E

22/11

8,oo

Pequerel da Fenestrelle (Val Chisone) 1154-1700

a/r. 4,oo

546

E

29/11

8,oo

Giro delle borgate di Noasca 1160-1643

a/r. 3,30

483

E

06/12

8,30

Punta Prarosso da Vietti (Lanzo Tor.) 823-1499

a/r. 4,oo

676

E

13/12

8,30

Monte San Giorgio da San Vito 400-836

a/r. 3,oo

436

E

29/12

9,30

Pratobotrile (Pranzo di Natale) seguiranno informazioni più dettagliate

Legenda: T Turistico E Escursionista EE Escursionista Esperto

@ escursione in bus * con pranzo (a chi interessa) § In treno

 

Nelle gite di due giorni, evidenziate in celeste, le destinazioni si raggiungeranno con le auto in modo da svincolare le persone che non vogliono fare la seconda escursione.

Alcune gite potrebbero cambiare destinazione per questioni climatiche e/o altro

Disponibile per il download il numero di maggio 2018 di Spazi Miei.

icon SPAZI MIEI MAGGIO 2018 (346.86 kB)

Anche a Bardonecchia, dopo le positive esperienze di Sauze d’Oulx e Sestriere, è ora possibile, per le persone diversamente abili, praticare sci alpino e snowboard.

Grazie infatti alla NoLimits, Onlus nata in seno alla Scuola Sci Nordovest, questo progetto è ora operativo! L’obbiettivo dichiarato è quello di rendere accessibile sotto tutti i punti di vista (economico incluso), alle persone con disabilità, l’ambiente della montagna, imparando a confrontarsi e ad aiutare il diversamente abile a crescere attraverso stimoli costruttivi, rendendo ogni momento vissuto un’esperienza nuova ed indimenticabile.

Tutto ha origine dalla passione di Dario Capelli che, entrato a far parte della squadra dei maestri di sci della Nordovest, grazie al suo esempio ed al suo entusiasmo ha letteralmente trascinato una schiera di altre persone e di altri maestri (alcuni anche molto giovani) in questa esperienza. A questo punto, grazie alla Colomion S.p.A., società che gestisce gli impianti di risalita di Bardonecchia, la quale ha predisposto le proprie infrastrutture al trasporto degli sciatori diversamente abili ed ha avviato una specifica formazione del proprio personale di servizio nonché ha offerto skipass ad un costo agevolato o addirittura gratuito, grazie a varie strutture alberghiere che si sono attrezzate al fine di rendere possibile l’ospitalità a persone con disabilità e grazie alla posizione di Bardonecchia, facilmente raggiungibile sia in auto, con l’autostrada, che in treno, il progetto ha cominciato a prendere forma e quello che era un sogno ora è una fantastica realtà!

E’ bellissimo vedere questi “amici” mentre scendono grazie all’ausilio di particolari “attrezzi”: Uni-ski, Dual-ski, Kart-ski o Scarver. Questi i nomi di questi particolari sci che, a secondo del grado di disabilità, permettono loro di scendere dai pendii sempre guidati/seguiti da Dario e dagli altri maestri.

A sostenere questo progetto abbiamo ora anche il corso Master organizzato dalla scuola di sci Nordovest “Curve e Champagne” che, come induce il nome, è nato in abito goliardico, ma ha poi deciso di prendere a cuore il progetto No Limits e di sostenerlo in solido.

L’ambizione di Bardonecchia di diventare un punto di riferimento per le attività sportive invernali dedicate al mondo dei disabili ed essere riconosciuta dalle strutture terapeutiche come un valido supporto ai programmi rieducativi e di riabilitazione è quindi ora realtà. NoLimits ne costituisce il cuore pulsante.



Pagina 1 di 15